Tipi di viaggiatori: chi sei tu?

Tipi di viaggiatori: chi sei tu?

Chi non si lascia distrarre da quei tipici test dove viene fuori la tua personalità? Quante volte hai letto il tuo oroscopo anche se in realtà non ci credi? Tutto questo ti piace da matti, vero? Bè, oggi parliamo di viaggiatori perché sono le persone più particolari di questo pianeta e ci possiamo sempre identificare in uno stile o in un altro. 1. Il shopping-traveller Una persona che conosco, che non ha per nulla problemi di budget, ha un jet privato per andare a fare shopping a Milano. Forse non è così comune, ma non ditemi che non ci sono persone che viaggiano solo per fare shopping in Oxford Street a Londra o al boulevard degli Champs Elysées. Se vuoi visitare i negozi più cari del mondo o sei alla ricerca di un design personalizzato, ha senso. Ma la maggior parte dei viaggiatori entrano in negozi che possono benissimo trovare nella loro città. E allora con che scopo? Quello di tornare a casa con la valigia pienissima… mah, si vede che gli piace! 2. Il fotografo frustrato del National Geographic Il mondo nasconde posti incredibili: isole paradisiache a forma di cuore, parchi naturali come lo Yellowstone, foreste tropicali dove vivono animali sconosciuti… e un fotografo che ha il compito di farceli conoscere, ovvero colui che non ha mai desiderato una vita stabile, soldi o lavorare in un ufficio otto ore al giorno. Pensa di incarnare il modello di vita sognato da tutti e dà conferenze in cui spiega le sue incredibili avventure. È inoltre appassionato di libri, delle varie culture e soprattutto dei tipici stivaletti gialli della Timberland. 3. Il pianificatore A volte non c’è...
Natale in viaggio: 6 consigli su dove andare questo natale

Natale in viaggio: 6 consigli su dove andare questo natale

A Natale… non rimanere a casa! Sì, è comodo accucciarsi affianco al caminetto, crogiolandosi al caldo mentre leggi il tuo libro preferito, mangiare la zuppa calda della nonna e ingozzarsi dei migliori dolci dell’anno. Non vogliamo vietarti le vacanze in famiglia, ma ti sproniamo a uscire dalla zona di comfort e a incontrare Babbo Natale fuori casa! 1. Madrid Ingoiare dodici chicchi d’uva alla Puerta del Sol è forse il rito più tipico della capitale spagnola durante le vacanze natalizie. Madrid è un’ottima opportunità per un fine settimana economico dove divertirti sia con amici che in famiglia. A Puerta del Sol si trova inoltre un albero di Natale gigante; e in Plaza Mayor c’è il celebre mercato di natale che riempie di vita la città. Se sei con bambini ti consigliamo il centro culturale Conde Duque che propone attività per piccini. Noi vogliamo che tu ti possa godere i colori della città sia dentro che fuori casa, e per questo abbiamo scelto per te questo coloratissimo appartamento dove non ti annoierai neanche un secondo. 2. Roma Se non ti piace l’uva allora ecco la città che fa per te! In Italia per capodanno si mangiano le lenticchie, e se non ti piacciono neanche queste non ti preoccupare che a Roma nessuno lo noterà. La capitale italiana è un’ottima opportunità per chi cerca un Natale freddo ma non troppo. Potrai camminare tranquillamente lungo i mercati natalizi del Rione Monti, dare un’occhiata ai famosi negozi decorati con lucine di Via del Corso e arrivare alla sfarzosa Piazza di Spagna. Al Vaticano hanno preparato un enorme presepio, un motivo in più per visitare Piazza San Pietro. Quest’anno inoltre si terrà a...
Una passeggiata lungo i paesini dell’Olanda

Una passeggiata lungo i paesini dell’Olanda

Amsterdam è una bella città. Il centro è un po’ sporco, ma i canali stupiscono sempre i numerosi turisti e le case che li fiancheggiano ci raccontano, lì immobili, l’apogeo del Secolo d’Oro della capitale olandese. E non parliamo poi di come sembrano accoglienti le tipiche houseboat… Nonostante tutto a me Amsterdam non è piaciuta tanto dopo aver visitato i paesini dei dintorni. Io e la mia famiglia, che soggiornavamo in un appartamento ad Amsterdam, abbiamo dovuto scegliere bene cosa visitare perché anche se non sembra, l’Olanda è piccola ma dura! Volete sapere dove siamo andati?! Prendete una cartina e cominciamo.   Edam, Volendam e Marken   Il primo nome vi ricorderà certamente un formaggio. Verissimo! In questa piccola località nel nord-est di Amsterdam si produce il delizioso formaggio Gouda. Lasciando la gastronomia da parte, Volendam, il paesino accanto, vi piacerà per la passeggiata affianco alla diga. Mi è inoltre piaciuta tantissimo l’architettura degli edifici, le barchette con ormeggi particolari e i giardini curatissimi lungo i canali. Sembra il paradiso perfetto di chi è alla ricerca di un pomeriggio di pace per leggere e fare giardinaggio.   Marken invece è diversa. Si trova su un’isoletta e il tragitto in autobus fino al paesino è molto particolare perché si passa su un’estensione di terra artificiale. Noi siamo andati tardi e ve lo consigliamo se non volete trovarvi in mezzo alle orde di turisti mattutini che convertono la bellezza di questo posto in un grande e stressante parco tematico. Marken è in realtà un paesino di pescatori, con un porto molto curato, le casette in legno e un faro solitario in mezzo al nulla. Pura bellezza...
5 motivi per cui visitare Budapest vi cambierà

5 motivi per cui visitare Budapest vi cambierà

Siete stanchi/e di viaggiare e di vedere solo le stesse cose che avevate visto sulle foto della guida o su internet? Quando ho organizzato un viaggio con la mia famiglia a Budapest, questo era un tema che mi ossessionava: la città era diventata famosa e avevo visto talmente tante foto sui social networks che pensavo di conoscere la città come se ci fossi veramente andato. E invece mi sono sbagliato! Budapest è una città talmente emozionante da numerosi punti di vista (gli edifici, il contrasto tra ricchezza e povertà, la lingua, così diversa) che le tipiche immagini del Parlamento che trovate ovunque non bastano. Potete scoprire talmente tanto che avrete voglia di tornarci e sarete delle altre persone, anche se sui social network caricherete le stesse immagini di sempre. Vuoi sapere cosa c’è di così bello da vedere? 1. Il panorama serale del Pest vi lascerà a bocca aperta Wow! Che spettacolo! Vi consiglio vivamente di salire tutte le scale di Buda anche dopo una lunga giornata di turismo perché sarete ricompensati dalla sopraffina bellezza del panorama: la sera i romanticoni raggiungono le mura del Bastione dei Pescatori e contano ansiosamente i minuti che mancano all’accensione delle luci di Pest. 3, 2, 1… e il Parlamento, il ponte delle catene e tutti gli altri edifici emblematici si illuminano e vi assicuro che tutta la stanchezza scompare in un istante. Non vorrete mai distogliere lo sguardo da uno dei panorami serali più belli che abbiate mai visto. 2. Il parco dell’Isola Margherita vi farà diventare grandi amanti dello sport… e delle pennichelle! Se il panorama su Pest vi faceva l’effetto di...
Il Salone del Manga a Barcellona: stambolandia giapponese

Il Salone del Manga a Barcellona: stambolandia giapponese

E se camminando per strada ti trovassi Spiderman, Pikachu ed Hello Kitty che sorridono facendosi foto tra loro? Sarebbe un po’ strano, ma è vero e molto divertente per gli strambi del manga che partecipano al Salone del Manga a Barcellona. Quest’anno si tiene la XXI edizione dal 29 ottobre al 1 novembre negli edifici 1, 2 e 4 della Fira di Montjuïc a Barcellona; e se non ci sei mai andato, puoi cominciare a preparare il tuo costume. È il momento di perdersi nell’universo giapponese! Se guardi bene, nel manifesto del salone vi è rappresentata la Sagrada Familia di Gaudì, edificio molto conosciuto in Giappone e che è stato scelto dall’autrice giapponese Konami Kanata per rappresentare il tema principale di questa edizione, ovvero l’architettura nei manga. Oltre a ciò, quest’anno sarà possibile conoscere altri aspetti della cultura giapponese come moda, gastronomia e le ultime tendenze. Spazi per tutti i gusti manga All’evento partecipano ogni anno sempre più visitatori ed espositori. Non perderti questa possibilità e informati su quello che puoi trovare in ogni zona. Per cominciare l’Edificio 1 è dedicato al famoso Super Mario Bros e alla ristorazione giapponese. Sì, a me questi piatti mi piacciono da morire e per questo ho fatto un po’ di ricerche e ho scoperto una serie di fantastiche attività: da una dimostrazione di haute cuisine di  Otakus, dove faranno dimostrazioni delle tecniche culinarie più avanzate applicate alla cucina giapponese, a “Convertiti in un maestro dei coltelli giapponesi” dove se ne spiegherà l’uso in dettaglio. Come fai a non andare? A continuazione, nell’Edificio 2 ci saranno stand di espositori, corsi di manga e attività per bambini, oltre a uno spazio chiamato Lo spirito del Giappone, dedicato alla...