Berlino dalla A alla Z, parte I

Berlino dalla A alla Z, parte I

A – Alexanderplatz. Centro nevralgico della città, questa piazza venne battezzata in onore dello Zar Alessandro I quando nel 1805 andò in visita a Berlino. La stazione dei treni e la fermata del metro sono sempre molto affollate. La piazza è inoltre conosciuta per l´Orologio Mondiale e la Torre della Televisione. Qui troverete numerosi negozi e ristoranti. I berlinesi la chiamano ´Alex´.   B – Brandenburger Tor. La porta di Brandenburgo è il monumento per eccellenza della città. Costruita nel XVIII secolo dal Káiser Friedrich Wilhelm II come simbolo di pace, è oggi giorno il punto dove si ritrovano i berlinesi per festeggiare grandi eventi, dalla caduta del muro all´anno nuovo. C – Currywurst. Non andare via da Berlino se non hai provato il currywurst, wurstel alla piastra tagliato a pezzetti e condito con salsa di pomodoro e curry, a volte accompagnato da pane. Lo potrai trovare nei numerosi baracchini per strada. D – Divisione. Berlino venne divisa dal muro durante 38 anni. Berlino ovest apparteneva all´area capitalista e la Berlino est alla parte comunista. Il muro, innalzato nel 1961, divise famiglie e amici durante quarant´anni durante i quali le visite erano rare se non proibite. E – East Side Gallery. È il nome dato alla parte del Muro di Berlino che si trova in città. Il muro è decorato con varie opere artistiche. Da vedere assolutamente. F – Fernsehturm. In tedesco è il nome della Torre delle Televisione, l´edificio più alto di tutta la città. Questa torre di 368 metri di altezza è il secondo edificio più alto in Europa e nella cupola di cristallo si trova un ristorante panoramico...
Asfalto a colori e altri modi di combattere il caldo

Asfalto a colori e altri modi di combattere il caldo

Il sole in estate: c´è a chi piace e chi lo evita come la peste nera. Non è ovviamente la stessa cosa sopportare il caldo sotto il sole a 35 ºC in una spiaggia mediterranea che in fila, aspettando oltre un´ora, per vedere la Sagrada Familia di Barcellona. Per questo motivo sono in molti che nei mesi estivi molti evitano i paesi del sud Europa e non li biasimiamo. Ci sono però numerosi modi di combattere il caldo mentre si aspetta in una fila chilometrica o ti viene un colpo di calore mentre sei in spiaggia alla Barceloneta. Se per questa estate hai in programma di passare alcuni giorni in un appartamento a Barcellona, ti diamo alcune dritte per combattere il caldo e ti faremo sconoscere una proposta estremamente originale direttamente dagli Stati Uniti. Orari Non è difficile rendersi conto che il sole picchia di più tra mezzogiorno e le 17. Per questo motivo quando organizzi il tuo viaggio è una buona idea programmare attività al chiuso o per le quali non sia necessario passare molte ore al sole in questa frangia oraria, lasciando per la mattina o per il pomeriggio inoltrato visite a monumenti e musei o una semplice passeggiata al mare. A Barcellona è meglio stare in spiaggia o in una terrazza con brezza marina durante queste ore. Abbigliamento di colore chiaro Sembra fantascienza ma è così: alcune persone in piena estate barcellonese hanno il coraggio di vestirsi di nero o di scuro. Va bene, così non si vede quanto hai sudato, ma i colori scuri attraggono i raggi solari molto di più di quello chiari. Consigliamo quindi...
Hop! La valigia che ti segue

Hop! La valigia che ti segue

Ci sono invenzioni davvero sorprendenti: Hop! è una di queste. Ideata da uno spagnolo, Hop! è probabilmente la miglior invenzione del paese da quanto è stato inventato il mocio. Hop! è una soluzione utile per tutti coloro che hanno mal di schiena: una valigia che non solo non devi trascinarti dietro, ma non devi neanche toccarla. Come? Molto facile: devi solo avere uno smartphone e accendere il bluetooth. La valigia Hop! ha tre sensori in ogni angolo che ricevono il segnale del tuo smartphone e automaticamente la seguono, quindi se ti porti dietro lo smartphone in borsa, la valigia ti seguirà come per magia. Il microprocessatore integrato nella valigia localizza il segnale e la valigia seguirà tutti i tuoi movimenti e passerà proprio nei punti in cui passi. Sotto la valigia ci sono delle ruotine che le permettono di muoversi quasi a salti e da qui viene il suo nome (Hop! in inglese). E la domanda del secolo: cosa succede se si perde la valigia o qualcuno te la ruba? Niente di più facile: lo smartphone perde il segnale della valigia e comincia automaticamente a vibrare, in modo che l´utente sappia immediatamente quando si è perso il segnale. Appena perso il segnale la valigia si blocca e non segue più l´utente. Altra domanda: e se hai più di una valigia? C´è bisogno di vari smartphone? No, con un smartphone è sufficiente, visto che è possibile programmare perché emetta il segnale per varie valigie e perché si muovano una dietro l´altra. L´inventore di Hop! è Rodrigo García, dell´Universidad Politécnica di Madrid, che si è presentato al James Dyson Award, un concorso che premia studenti universitari e...
Bread & Butter Berlino 2014

Bread & Butter Berlino 2014

In inglese l´espressione “Bread and butter” significa qualcosa di molto semplice, qualcosa che si è abituati a fare da sempre. La fiera Bread & Butter si sta innamorando di Berlino, dove questo 2014 festeggerà la 10ª edizione in questa città. Bread & Butter è una fiera di moda urbana contemporanea che porta in città le migliori marche di tutto il mondo. Sono le marche le protagoniste di questo evento. Per https://www.flickr.com/photos/auggie_tolosa/ Esporranno in fiera oltre 600 espositori del mondo della moda, del settore del jeans, dello sport, street fashion, abbigliamento di lavoro e moda elegante e informale. La fiera dura tre giorni, dall´8 al 10 luglio. Location: l´antico aeroporto Tempelhof, oggi giorno abbandonato e usato come parco, palcoscenico di macroconcerti e sala espositiva che ospita eventi di grande impatto internazionale come lo stesso B&B. Bread & Butter nacque nel 2001 a Colonia e si tiene due volte all´anno a gennaio e agosto. Nel 2003 si trasferisce a Berlino. Nel 2005 si tuffa a Barcellona, per poi tornare a Berlino fino al 2007, quando rimane per due anni nella Ciudad Condal. Nel 2009 il ritorno definitivo a Berlino, da dove per ora non si è mossa. In questi 13 anni di esistenza, le marche che hanno riempito gli stand della fiera presentano proposte interessanti e completamente diverse, motivo per cui nulla ti lascerà indifferente o non proverai mai la sensazione di averlo già visto prima. Come dicono gli organizzatori, Bread & Butter “realizza il concept di una fiera commerciale di abbigliamento contemporaneo” ed è qui dove potrete trovare le ultime tendenze in fatto di abbigliamento urbano che si rinnovano ogni anno. Ogni anno la fiera ha un...
App del mese: Groopic

App del mese: Groopic

Quante volte sei andato in viaggio ed hai fatto delle foto in cui non compari per il semplice fatto che qualcuno doveva scattare la foto? Arrivi a casa e ti chiedono “E tu non c´eri? Perchè non esci mai?”. Molti ricorrono all’autoritratto, questa foto che ci facciamo da soli, un primo piano che occupa tutto il riquadro lasciando ben poco spazio per vedere cosa c’è dietro di noi, ovvero ciò che veramente vorremmo si vedesse. Il cosiddetto selfie è diventato molto di moda ultimamente, non solo perchè l’ha usato Ellen DeGeneres alla festa degli Oscars ma anche grazie ad applicazioni come Instagram. Onestamente però il selfie non suole essere una gran foto. Ma non usciamo troppo dal seminato. Groopic è una app fantastica per il seguente motivo: se sei con qualcuno e vi volete scattare una foto insieme senza ricorrere al dannato selfie o chiedere aiuto a qualche passante (con tutto quello che questo implica: l’imbarazzo per la barriera linguistica o il timore che si metta a correre con la vostra macchina fotografica o cellulare). Adesso con Groopic potrete venir fuori entrambi nella stessa foto. Come? È molto semplice, uno dei due scatta una foto all’altro o ad un gruppo o ad un luogo, poi il fotografo si mette da solo dove c’erano prima gli altri, uno pò di lato, non proprio nello stesso punto, e si fa fotografare a sua volta. Groopic sovrapporrà i due scatti creando magicamente un’unica foto in cui ci siete tutti. Ma poichè un’immagine vale più di mille parole date un’occhiata al video che si trova nella pagina ufficiale di Groopic, c’è un’ottima presentazione. Molto...