I cinque paesini più belli della Vuelta

I cinque paesini più belli della Vuelta

La Vuelta si terrà in Spagna dal 22 agosto al 13 settembre. I ciclisti dovranno percorrere circa 3375 km da Puerto Banús a Madrid e dopo 3 settimane di fare dove dovranno veramente superare sé stessi. Oggi abbiamo deciso di presentarvi i 5 paesini più belli da cui passeranno i ciclisti durante queste tre settimane:   Mijas   Mijas è un paesino andaluso della provincia di Malaga. È formato da 3 parti: Mijas paese, ovvero il centro storico, e Las Lagunas e La Cala le due parti sulla costa. Negli anni ’50 Mijas era un paesino che si dedicava alla pesca e all’agricoltura. Sono famose le numerose spiagge dei dintorni, gli edifici religiosi come l’Ermita de la Virgen de la Peña e le sue case bianche ai piedi delle montagne che circondano il paese. Sierra de Cazorla Il Parque Natural de las Sierras de Cazorla si trova nella provincia di Jaén e oltre ad essere il più grande spazio protetto della Spagna e il secondo in Europa, è uno dei paesaggi naturali più ricchi in flora e fauna della Penisola Iberica dove abitano cervi, aquile e corvi in una vegetazione frondosa e costantemente bagnata da diversi fiumi e cascate che regalano al posto una di freschezza davvero unica. Torrevieja Situato nella provincia di Alicante, questo paesino della costa ha numerose spiagge e cale con scogli da offrire, come Cala de la Zorra o la Cala de la Higuera. Le Lagunas de la Mata e Torrevieja sono una delle saline più importanti in Europa. Ma se avete voglia di un tour all’insegna della cultura, la visita ai monumenti come la...
I più bei paesi del sud della Spagna

I più bei paesi del sud della Spagna

L’Andalusia, il caldo in estate, i colori delle strade, gli affascinanti paesini, l’accento, il flamenco, i piatti tipici e il suo passato… che meraviglia! Apri gli occhi e lasciati trasportare: ti proponiamo un tour lungo i paesini più belli del sud della Spagna. Ronda Ronda si trova al nordest della provincia di Malaga ed è una delle città più antiche di Spagna; il centro storico è diviso dal Tago e dal Puente Nuevo, un ponte di 100 metri d’altezza sul fiume che regala alla città una panoramica davvero pittoresca. Le labirintiche strade della città di Ronda ricordano il suo passato musulmano. Non perdetevi la famosa Arena dei tori costruita in pietra. Vejer de la Frontera Vejer de la Frontera è un paesino della provincia di Cadice situato su una collina di 190 metri in riva al fiume Barbate. Si distingue grazie a un centro storico circondato da mura e un insieme storico-artistico formato dal castello, da cui è possibile osservare uno splendido panorama, e varie chiese. Perdersi lungo le stradine e ammirare le palme che adombrano le tipiche case bianche prima di andare a bere qualcosa in plaza de España, adornata da una bella fontana, non ha prezzo.   Úbeda Úbeda è un comune della comunità di Jaen incastonato di fronte alla Sierra Mágina. È considerato il massimo esponente del Rinascimento spagnolo e venne dichiarato Patrimonio culturale dell’umanità dall’UNESVO grazie agli edifici rinascimentali come Palacio de la Cadenas o la chiesa Santa María de los Reales Alcázares. Camminando lungo le strade del paesino incrocerete numerosi palazzi come quelli dei Condes del Guadiana. A Ubeda si trovano inoltre numerosi oliveti dato che la città si trova nella comarca de...
I paesini del Tour de France 2015

I paesini del Tour de France 2015

Si terrà quest’anno la 102ª edizione del Tour de France. Quest’anno il tour comincerà il 4 luglio ad Utrecht, nei Paesi Bassi, e finirà il 26 luglio, come ogni anno nella mitica Avenue des Champs-Élysées a Parigi. Come ogni anno i ciclisti passeranno lungo alcuni paesini francesi famosi a a livello internazionale per il loro prezioso patrimonio storico. È giunta l’occasione di presentarvi alcune perle della Francia. Rodez Rodez si trova nella regione Midi, al nordest di Toulouse. Sono numerosi gli edifici della città protetti dallo Stato. La maggior parte di questi si trovano a Vieux-Rodez, come ad esempio la Cathédrale Notre-Dame. Rodez riunisce diversi stili architettonici come il gotico, il rinascimentale e il barocco. A Rodez troviamo inoltre il Palais episcopal e la Chiesa Saint-Amans iscritti nella lista dei Monument Historique. La città è stata etichettata come Città di Arte e Storia. Arras Arras si trova nel nord della Francia, nella regione Pas-de-Calais. È conosciuta per le due piazze barocche, la Place des Héros e la Grand’Place, che formano un insieme architettonico unico al mondo con il beffroi, la torre civica, e la cittadella anch’essi inseriti nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Le stradine medievali attraggonono numerosi turisti da tutta Europa. La città di Arras è conosciuta inoltre come la “ville fleurie” grazie ai fiori che inondano la città. Abbeville Abbeville si trova nel dipartimento della Somme, nel nord della Francia. È famosa per il teatro municipale costruito nel 1911 e che forma parte dei Monumenti Storici francesi. Abbeville è davvera pittoresca grazie alle sue antiche casette. Il paesino ha inoltre un beffroi (torre civica) che è una delle più antiche in Francia, iscritta all’UNESCO. Anche Abbeville è stata nominata “ville fleurie”. Vannes Vannes si trova in Bretagna nella...
Cosa fare a Siviglia in estate

Cosa fare a Siviglia in estate

Siviglia… La Giralda, la Plaza de España, el Real Alcázar, le tapas, le sue due primavere… ma un’estate torrida! Se visitate Siviglia in estate vi renderete conto che sarà abbastanza difficile trovare attività durante le quali non morire di caldo. Per questo motivo oggi vi proponiamo cinque proposte per approfittare della città in estate: I concerti all’aperto Siviglia in estate si trasforma nel miglior palcoscenico in cui potrete ascoltare un concerto all’aperto. Ce n’è per tutti i gusti: musica indie, flamenco, classica… Che sia per le strade di Siviglia, nei giardini del palazzo Real Alcázar o nelle terrazze con vista sulla città, potrete godervi dei concerti dal vivo. Ne La Isla de la Cartuja si trova la terraza Montpensier che offre tutta l’estate musica dal vivo e numerosi DJ nazionali e internazionali. Una valida alternativa per sfuggire dal caldo del centro della città. Un’altra opzione è la terrazza dell’Auditorio Rocío Jurado, anch’esso nell’ Isla de la Cartuja vicino al Guadalquivir. Quest’estate si esibiranno Carmen Boza, Andrés Suárez, Lila Downs o The Skatalites. Il cinema all’aperto A Siviglia si trovano vari cinema all’aperto, alcuni sulle terrazze della città, ma il più famoso si trova nel quartiere Diputación. Godetevi un bel film sotto le stelle. Avete in mente qualcosa di meglio? Le terrazze di Siviglia Il miglior modo per godersi cultura e tempo libero assieme. A Siviglia troverete numerose terrazze che offrono incredibili panorami sulla città e sui monumenti emblematici. Molte terrazze della città sono state trasformate negli ultimi anni in locali bar che propongono concerti. Alcune terrazze hanno addirittura la piscina per i clienti. Sorseggia un drink sotto le stelle e goditi la magia di Siviglia evitando il calore soffocante. La...
Afterworks a Parigi

Afterworks a Parigi

Conosci  l’afterwork? Come indica la parola stessa, si tratta di quell’intervallo di tempo compreso tra il momento in cui esci dal lavoro e quello in cui torni a casa. Uno spazio che puoi decidere di riempire come preferisci, anche se ultimamente va sempre più di moda uscire con i colleghi di lavoro e rilassarsi sorseggiando un paio di drink e chiacchierando allegramente. È il momento di sciogliersi, disconnettere dal lavoro e far venire fuori la propria personalità. Gli afterworks non mancano a Parigi, eventi alla moda che attraggono sempre più persone. Sono composti da due parti: nella prima, dalle 19 alle 21, viene servita la cena e si fa l’open-bar, e la seconda, dalle 21 all’1 è quando il bar diventa una discoteca. Vi consigliamo di seguire i nostri consigli se è la prima volta che uscite di afterwork nella capitale francese. Prima dell’afterwork Assicurati di tenere l’antiocchiaie a casa perché ne avrai sicuramente bisogno il giorno dopo. Il caffè della mattina sarà molto importante, ricordati di prendere un caffè prima di andare a lavorare. Il buffet Buffet libero non significa ingozzarsi come se non ci fosse un domani. È importante controllarsi ed essere eleganti al momento di servirsi e mangiare. Se hai ancora fame, ricordati che sei a Parigi e mal che vada potrai andare a mangiare qualcosa dopo la festa. Be a gentleman! L’open-bar Non esagerare neanche con l’open-bar dove verranno serviti spumante e mojito a fiumi. Se esageri te ne ricorderai il giorno dopo e, cosa ancora peggiore, anche i tuoi colleghi. Quando finisce la fiesta Se hai ancora fame, prendi un panino prima di tornare a casa, perfetto dopo la serata. Non rimanere troppo se il giorno dopo devi andare al lavoro...