Consigli per risparmiare in viaggio

Consigli per risparmiare in viaggio

Scommettiamo quello che vuoi che se fosse gratis viaggiare, non ti si vedrebbe in giro per molto tempo! Purtroppo non lo è, ma ti diamo una serie di consigli per svuotare le tue tasche il meno possibile.     1. Pensaci due volte prima di prendere un aereo Nonostante possa sembrare strano, puoi cominciare a risparmiare molto prima di arrivare a destinazione se prendi una saggia decisione sui trasporti. Per inerzia si pensa che viaggiare significhi prendere un aereo. Ma ci sono molti altri mezzi di trasporto forse più lenti ma meno letali per il tuo portafoglio. Se non hai molta fretta, prendi il treno: è più economico e puoi ammirare splendidi paesaggi. Se ti piace guidare e la tua meta è abbastanza vicina al punto di partenza, prendi la macchina. Ma fai due calcoli prima: se non riempi la macchina, condividila con qualcuno in modo da risparmiare sulla benzina. Se invece sei ancora convinto di voler prendere un aereo, svegliati e fallo con almeno un mese di anticipo. Il prezzo dei biglietti cresce a dismisura, non farti cogliere impreparato. Per risparmiare prova a scegliere aeroporti di città piccole. Ad esempio, se vai a Firenze, prendi un volo per Pisa, oppure se vuoi andare a Barcellona, guarda se magari non conviene acquistare un biglietto per Girona.   2. Anche tu sei uno chef Pensa a quanto spendi al ristorante in vacanza… e la cucina del tuo appartamento linda e pinta. Cambia i ristoranti con i mercati e vedrai che sarà possibile risparmiare preparando deliziosi manicaretti a casa. Se invece non sei proprio un Masterchef, cambia le tue abitudini gastronomiche e prova lo street food del...
Lisbona via cielo, mare e terra

Lisbona via cielo, mare e terra

  Una capitale ricca di storia e cultura, un popolo dal carattere aperto e un’ottima gastronomia: Lisbona è la meta perfetta per una gita di un fine settimana. E se questa volta faceste un viaggio un po’ diverso? Vivete un’avventura a Lisbona e visitate la capitale da diversi punti di vista un po’ meno comuni: via cielo, via terra e via mare. Siete pronti a conoscere Lisbona? Lisbona via cielo Il contrasto tra le grandi strade centrali della città con le labirintiche stradine che si nascondono nella capitale regalano Lisbona un fascino speciale, che si moltiplica esponenzialmente se si ha la possibilità di vedere il tutto dall’alto. La città diventa minuscola e gli edifici si rimpiccioliscono sempre di più. Non c’è nulla come scoprire la città delle sette colline dal punto di vista di un uccellino. Per poter visitare Lisbona via cielo, la migliore opzione è un tour in elicottero che vi permetterà di sorvolare i luoghi che più vi interessano e oltre al pilota, la vostra guida personale vi aiuterà a scoprire la città dall’alto. Non sarà difficile trovare un’agenzia che offre tour di Lisbona in elicottero, ma noi vi consigliamo questa.   Lisboa via mare In questo caso chi dice mare dice fiume e per fare un viaggio completo nella città lusitana non c’è niente di meglio che approfittare della magia che avvolge il fiume Tago. Avrete già sicuramente visitato il famoso Cristo Redentore e dall’alto avrete potuto osservare la bellezza della città vista dalla collina. Ma nessun panorama può superare quello che vedrete dal fiume Tago. La città ha saputo sfruttare bene a livello turistico il fiume ed è per questo che nei dintorni troverete numerose agenzie che offrono servizi turistici....
I musei più strani del mondo

I musei più strani del mondo

Cos’è l’arte? In molti affermano che tutti gli oggetti che ci circondano sono arte; se si segue questo criterio non dovrebbe sorprendere quindi se nascono strani musei dedicati ad oggetti assolutamente ordinari. Andiamo a dare un’occhiata ai musei più strani del mondo.  Il museo dei capelli Questo musei lo metterei nella lista dei musei più strani e più schifosi del mondo. La Cappadocia è conosciuta per i suoi bellissimi paesaggi, ma da 40 anni è anche meta di pellegrinaggio di viaggiatori curiosi che varcano le soglie del museo. E non è nessuno scherzo questo museo visto che è inserito nel Guinness dei primati per essere la più grande collezione di capelli al mondo. Anche se non è obbligatorio, i visitatori possono cedere parte dei capelli per attaccarli ai muri o ai soffitti come hanno fatto per ora 16000 viaggiatori.  The Hair Museum of Avanos Dove: 24 Avanos Nevşehir, Yukarı, 110 Prezzo: Gratuito Il museo dell’arte brutta Se prendessimo tutti i disegni che decorano i frigoriferi del paese e li mettessimo in un museo, avremmo un risultato molto simile. Gli stessi proprietari lo descrivono come l’unico museo al mondo dedicato a conservare e ad esibire l’arte brutta. Si tratta senza ombra di dubbio di un posto davvero unico e vale la pena dedicargli un’oretta se passate da Boston solo per dire che ci siete stati. Durante il percorso potrete osservare i quadri più famosi del museo come “due alberi innamorati”, “donne che cavalcano un crostaceo”, “l’interno di un uovo” e il grande capolavoro “domenica all’orinatorio con George” Museum of Bad Art (MOBA) Dove: 55 David Square, Sommerville MA, EEUU Prezzo: Gratuito Il museo dei tagliaerba Non è necessario avere un giardino per capire che...
Londra: 5 musical da non perdere

Londra: 5 musical da non perdere

Se dico musical, pensate a Broadway, vero?! Anche se devo riconoscere che il programma dei musical newyorchesi è davvero spettacolare, devo dire che Londra non ha nulla da invidiare alla Grande Mela. La capitale inglese ospita infatti alcuni dei musical più importanti della storia e siccome agli inglesi piace andare a vedere i musical, se volete vivere la città come un vero londinese, dovrete dedicare un pomeriggio al teatro. E vista la grande scelta, oggi ve ne consigliamo 5 da non perdere. 1. I miserabili (Les Misérables) “I dreamed a dream in time gone by….” avete presente questo motivetto vero? È una delle melodie più conosciute di questo musical tratto dal romanzo di Victor Hugo che riunisce le storie di diversi personaggi che sembrano fare a gara a chi ha la vita più triste: un uomo mandato in prigione per aver rubato una pagnotta, una giovane abbandonata dall’amante subito dopo il parto e una ragazza povera innamorata di un ragazzo di buona famiglia. Portatevi dietro un discreto numero di fazzoletti perché piangerete come vitellini, ma varrà sicuramente la pena dato che le canzoni del musical vi faranno venire i brividi.   Se volete anche voi far parte degli oltre 70 milioni di spettatori che conoscono la storia di Jean Valjean, vi consigliamo di acquistare i biglietti direttamente al Queen’s Theatre o sulla piattaforma di biglietti online per I Miserabili a Londra.   2. Wicked In uno dei vostri viaggi in tube avrete sicuramente visto almeno una volta un cartellone con una strega dalla faccia verde. È questa la pubblicità di Wicked e anche se dal titolo vi può sembrare di non conoscere la storia, vi sbagliate. L’opera, infatti, mette in scena la storia delle streghe di Oz...
Le viaggiatrici più importanti della storia

Le viaggiatrici più importanti della storia

Se qualcuno ti chiedesse chi sono i grandi viaggiatori della storia probabilmente ti verrebbero in mente solo uomini: Cristoforo Colombo, Magellano, Elcano… e le donne? Non viaggiavano? La storia ci ha regalato grandi viaggiatrici passate in secondo piano durante la storia, ma oggi, Giornata internazionale della donna, è arrivato il momento di dare il giusto valore alle loro avventurose imprese. Jeanne Baré Se la cerchi nei libri di storia non la troverai. E se invece di Jeanne cercassi Jean? Trovata eh?! Nata nel 1740, poco si sa della sua vita fino al suo trentesimo compleanno quando decide di imbarcarsi su una nave della marina francese per viaggiare lungo il mondo e conoscere le piante del pianeta. A quell’epoca le donne non erano accettate sulle navi, motivo per cui Jeanne si finse un uomo durante sette anni! Fortunatamente questo sforzo venne riconosciuto e durante la traversata poté documentare circa 70 piante sconosciute fino al momento. Gertrude Bell Quante volte ti sei chiesto da dove vengono i reperti archeologici? Chi li ha portati? Come sono stati scoperti? Se sei davanti a resti provenienti dall’antica Mesopotamia fu Gertrude Bell. L’esploratrice e archeologa britannica è passata alla storia per fuggire dalla società vittoriana a cui apparteneva e addentrarsi nei deserti del medio oriente. Lì riportò alla luce resti delle antiche civiltà e fondò il museo di Bagdad. Ma non è necessario andare fino in Iraq per conoscere la sua storia: il Greath North Museum di Newcastle o il Victoria and Albert Museum di Londra offrono esposizioni su questa famosissima esploratrice.   Osa Johnson Se prendere un aereo e andare in Africa a filmare tribù indigene e animali selvatici...