Le 5 spiagge più belle in Spagna

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0

Vi propongo un viaggio lungo una serie di spiagge dove quando vi toglierete le scarpe, non ve le vorrete mettere mai più. Spesso si pensa che sia necessario andare molto lontano per trovare un angolo di paradiso. Ma vi sbagliate della grossa! In Spagna troverete spiagge e calette nascoste, romantiche e idilliache che forse non conoscete ancora. Ho in mente decine di aggettivi per descriverle, ma preferisco che lo facciate voi quando leggerete questo post.

 

Playa Papagayo a Lanzarote, nel Parque Natural de los Ajaches

È forse l’ambiente vulcanico che la rende speciale. La fusione dell’azzurro e del marrone scuro l’ha resa una delle spiagge più apprezzate dell’isola. Si trova nel Parque Natural de los Ajaches, una zona protetta a cui può accedere solo un numero limitato di persone al giorno, per non rovinare l’ambiente. Se volete andare in macchina il prezzo è 3 euro.

Flickr: Canary Islands Photos - UNFILTERED

Flickr: Canary Islands Photos – UNFILTERED

 

Cala d’Hort, Ibiza

Arrivare a Cala d’Hort è come arrivare in paradiso. Ti siedi su una sabbia bianca da cartolina. Di fronte ci sono le isole Es Vedrá e Es Vedranell, dietro alcune scogliere giganti e attorno una fitta pineta che la nasconde ancora di più. Fino a poco tempo fa era una caletta quasi segreta, ma ultimamente è diventata di moda e sono tanti gli avventori,, anche solo per farsi un selfie o fotografare gli impressionanti tramonti.

Flickr: michela simoncini

Flickr: michela simoncini

 

La Playa de las Catedrales a Ribadeo, Lugo

L’immagine è da cartolina. Le onde del Mar Cantabrico si infrangono costantemente contro un arco di pietra naturale creato dall’erosione dell’acqua e dell’aria. È la cattedrale più grande della famosa Playa de las Catedrales. Quando scende la parea appare una piccola spiaggia di sabbia dorata e quando sale scompare completamente; per questo motivo le visite sono limitate visto che, anche se è un paradiso nascosto, può essere pericoloso rimanere lì quando sale la marea.

Flickr: linda hartley

Flickr: linda hartley

 

Cala Roja o Cala Rotja a Minorca

Questa spiaggia, in argilla, è una spiaggia completamente vergine, isolata dal caos dell’isola, senza bar sulla spiaggia, né ombrelloni, né guardoni. C’è un tipo di fango rosso che molta gente si sparge in tutto il corpo per ottenere una pelle tersa e idratata. O almeno è quello che dicono. Se cammini un po’ lungo un sentiero vicino arriverai a quella che viene considerata la sua piccola sorella, Cala Caballería. Una spiaggia molto più nascosta a cui ti consiglio di andare perché lì sì che starai completamente solo.

https://es.pinterest.com/pin/290060032231885487/

https://es.pinterest.com/pin/290060032231885487/

 

Cala de Sa Futadera, Girona

Pace, relax, natura. Sono le tre parole che mi vengono in mente se dovessi descrivere questa spiaggia a Tossa de Mar, in Costa Brava. È molto piccola (neanche 100 metri) e di solito è vuota. Si può fare nudismo. È isolata e protetta da enormi scogli pieni di vegetazione. In questo caso ti consiglio di andarci il pomeriggio, quando il sole si riflette sulla sabbia dorata e si crea un ambiente magico.

https://es.pinterest.com/pin/51932201929639761/

https://es.pinterest.com/pin/51932201929639761/

Twitter: @DianaRPretel

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0

Comentarios

comments