Le migliori viste dell’Acropoli di Atene

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0

L’Acropoli di Atene è la più rappresentativa di tutta la Grecia. La città degli Dei è visibile da qualsiasi punto della città, anche se ci sono dei punti migliori rispetto ad altri per osservare questa impressionante urbe dentro un’urbe. Innanzitutto vi consiglio di visitarla. Dopodiché di girarle intorno. E in ultimo di cercare un belvedere dove osservarla da lontano. Al mattino, al pomeriggio o alla sera, fa lo stesso. Ogni momento è magico a suo modo. La luce bianca del mattino, la luce del pomeriggio che cade a strapiombo sul Tempio di Nike o la calda illuminazione notturna del Partenone. Uno spettacolo che in pochi vorranno perdere.

The_Acropolis_Hill

Jacuzzi con vista dall’Hotel ATHENS ATRIUM: non è necessario alloggiare all’hotel per poter godere della magnifica vista. Potete prendere qualcosa da bere sulla terrazza e tuffarvi in una vasca piena di bollicine per osservare l’acropoli atenese. La posizione dell’hotel è assolutamente privilegiata: si trova vicino alle rovine e quasi alla stessa altezza. Se andate di sera il paesaggio è magico. Immaginate un calice di champagne in mano, un idromassaggio e la bellezza dell’acropoli come sfondo. Un progetto unico da fare sia soli che accompagnati. Si trova qui: Okeanidon, 21.

L’Acropoli dal ristorante STROFI: il pregio di questo hotel è la vista sul gioiellino della città: l’Acropoli. È un lusso poter pranzare o cenare in questo ristorante elegante sia perché incastonato in un luogo eccezionale che per l’ottima cucina greca. Nel menù si trovano ricette tipiche con un tocco moderno. Vi consiglio la musaka, l’insalata di feta e i dolci, fatti con grande amore. E il bello è che non è caro: sono 25/30€ a persona. Se avete voglia di sorprese, scrivete l’indirizzo. Il ristorante si trova in Rovertou Galli 25.

Vista dal Monte Licabeto: la leggenda racconta che Atene voleva che il suo tempio fosse più vicino al cielo rispetto agli altri e per questo motivo ha voluto portare un’enorme roccia all’Acropoli. Mentre la trasportava la dea ricevette una notizia inaspettata e dalla paura presasi lasciò cadere la roccia gigante checadde su Atene formando il famoso monte. Dalla cima della Collina Licabeto il panorama è da cartolina. Dal punto più alto, a circa 300 metri, si trova la piccola cappella ortodossa di San Giorgio. Se il cielo e l’inquinamento lo permettono, potrete vedere le isole Egina e Salamina. Agli ateniesi piace scappare dalla città e salire al piccolo monte i fine settimana. Molti vanno a fare sport e altri semplicemente a passeggiare con la famiglia. È molto semplice arrivare: potete prendere la funicolare, veloce e comoda.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0

Comentarios

comments