ONLY BE BUDAPESTIANO

Only-Be Budapestiano

Festeggia il tuo compleanno a Budapest

Se vuoi festeggiare il tuo compleanno, un anniversario o qualsiasi altro evento, Budapest, nonostante non si abbia questa immagine della capitale ungherese, è una città viva che offre infinite possibilità. Potete ad esempio cominciare la giornata alle terme, tradizione nostrana, vedere il tramonto cenando su una crociera lungo il Danubio e finire la serata in uno dei bar del quartiere più Bohemienne di Budapest: il quartiere ebraico. Che cominci la festa!

Terme di primavera a Budapest

La primavera è l´epoca dell´anno ideale per fermarsi un paio di giorni e rilassarsi alle terme. A Budapest l´acqua è cultura e per gli ungheresi le terme sono un modo normale per passare il tempo libero, socializzare e confrontarsi. Per chi invece non è ungherese le terme sono una visita obbligata! Uno degli stabilimenti termali più importanti e forse uno dei più belli della città è Széchenyi che si trova dietro a Piazza degli Eroi, una zona da sempre riservata alla nobiltà e dove solo fino a pochi anni fa risiedeva unicamente la classe alta di Budapest. Una volta entrati alle terme sarete immersi in un palazzo del XX secolo: 3 piscine all´aperto e 15 al chiuso costellate da una decina di saune e due bagni turchi formano questa splendida oasi del relax. Indipendentemente dalle condizioni climatiche le Terme Széchenyi sono ogni giorno affollate da abitanti della città e turisti. Un dettaglio molto simpatico: alle terme troverete gruppetti di pensionati che vanno lì a giocare a scacchi. Sui bordi delle piscine montano vere e proprie bische di scacchi! Al piano si sopra ci sono le sale per massaggi, pedicure e depilazione, con tariffa esclusa dal prezzo di entrata. Il biglietto di ingresso viene 15 euro al giorno (4.600 fiorini) e 12 euro mezza giornata (3.800 fiorini). Non è molto caro se pensate che passerete una splendida giornata a mollo, lontano dal solito trantran quotidiano. Altre terme famose a Budapest sono la Király che su trovano in un antico edificio in stile ottomano. E se non volete fare un bagnetto rilassante, solo l´edificio in sé merita una visita. Venne costruito...

Mete alternative per Pasqua

L´Europa ha infinite possibilità e a Pasqua ognuna delle mete che vi stiamo per proporre potrebbe essere un grande progetto. Passeremo per la Svezia e il suo patrimonio culturale, la Danimarca e i suoi maestosi edifici e da Budapest e il suo Danubio azzurro.  Stoccolma: se volete staccare la spina per un paio di giorni, vi consiglio di visitare Stoccolma e il suo centro storico medievale. Delle 14 isole che compongono questa città del nord Gamla Stan è la più autentica, la più antica e probabilmente la più bella. La migliore vista della città la potrete godere salendo sul famoso ascensore dell´edificio Gondolen di 35 metri di altezza. Da lì potrete contemplare il Lago Malarën e il Mar Baltico che quasi tocca l´impressionante Palazzo Reale e il Coume della città. Se siete appassionati del noir nordico, Stoccolma è la città dela trilogia Millennium. Lì ha vissuto Stieg Larsson e ha lasciato la sua impronta. Sempre più gente vuole sperimentare ciò che Lisbeth (la protagonista de la saga) ha sentito in questa magica città del nord Europa. PRIYA Prenota adesso! Copenaghen: La capitale danese è un´altra delle mete alternative di cui sicuro vi innamorerete per Pasqua. Vi consiglio una passeggiata lungo le strade piene di casine colorate e tra cui passano canali azzurri. Non dimenticatevi di visitare il Canal Nihavn dove troverete terrazze, ristoranti e pub per tutti i gusti. Da non perdere il quartiere Christiana, la città senza legge, in cui legalità e illegalità si confondono e dove la tolleranza è uno stile di vita. È un quartiere hippie che non ha nulla a che vedere con il resto della città. Lì non entra la polizia nonostante...

Il piacere di cucinare in qualsiasi posto del mondo

Quest’articolo è diretto a tutti quelli che viaggiano ma che non fanno semplicemente i turisti. Ho sempre preferito la parola ¨viaggiatore¨ a ¨turista¨. In ogni caso è chiaro che avendo un alloggio con cucina ci si sente più inseriti, perché si è obbligati ad andare al supermercato e a incontrare gente che svolge la propria vita quotidiana. Un alloggio con cucina ha molti vantaggi e qui ve ne daremo una breve dimostrazione. Facciamo l’esempio di Budapest (Ungheria). Diventa sempre più normale visitare le città senza dormire in hotel pieni di turisti. Affittare un appartamento è un’ottima scelta quasi dappertutto. È facile, veloce e di fiducia. E il vantaggio principale che mi viene in mente in questo momento è che, appunto, ha una cucina. Ogni scusa è buona per godere del piacere della gastronomia, sia che si tratti delle proprie ricette personali o di quella locale. Ma cucinare è il modo migliore per risparmiare quando si viaggia, evitando di spendersi tutto in colazioni, pranzi e cene chissà dove. Budapest, sebbene meno cara della Spagna, non è poi così a buon mercato. Le sue zone turistiche posso essere davvero dispendiose. Quindi, mentre prima si affittava un appartamento solo nel caso di un lungo viaggio, ora lo si fa anche quando si viaggia per pochi giorni, perché risulta decisamente più comodo. Ed io lo consiglio vivamente. Foto: Apartamento PRIMULA en Budapest  Tra le attrazioni da segnalare in Ungheria, e soprattutto nella sua capitale Budapest, c’è il Goulash, un piatto piuttosto consistente ma allo stesso tempo facile da cucinare. Se siete intuitivi in cucina vi risulterà facile ed intrigante. Per intenderci, si tratta di...

Fiera del Natale a Budapest

Se avete in programma di visitare l´Europa centrale o settentrionale nei mesi di novembre o dicembre, avrete l´opportunità di visitare i mercatini e le fiere natalizie nelle principali piazze delle città di questa parte del continente. Questi mercati, dal fascino senza pari, sono numerosi soprattutto in Germania, Austria, Ungheria e Polonia. Quello della capitale ungherese, a Budapest, è senza dubbio uno dei migliori.   Foto di NaturesFan1226 Dal 15 novembre al 31 dicembre, in piazza Vörösmarty a Budapest, nella parte di Pest, si terrà la Fiera del Natale, una fiera dove potrete assaggiare le specialità del posto, acquistare e divertirvi grazie alla tradizione natalizia di questo paese centroeuropeo. La piazza si riempirà da metà novembre di stand a forma di casette in legno con decorazioni appese che venderanno articoli della tradizione natalizia.  Se apprezzate i cibi tipici del natale, a Budapest potrete provare alcuni dei piatti della tradizione più buoni d´Europa: il lángos, un pane fritto ricoperto di diversi ingredienti, il kürtöskalács, un delizioso cono di pasta sfoglia, i töki pompos, piccole palline di pane al forno, o semplicemente carni, wurstel, strudel e castagne; il tutto accompagnato da un ottimo vin brulè, tipico della zona e del periodo.  La fiera si rivela sempre essere il posto ideale dove acquistare souvernir tradizionali, dove trovare diversi tipi di oggetti di vari misure e prezzi che potrete utilizzare come decorazione in casa o in uno degli appartamenti a Budapest che hai affittato per immergersi già nello spirito natalizio. Oggetti religiosi, oggetti natalizi, oggetti artigianali… la fiera ha inoltre ricevuto il certificato di qualità dell´Associazione di Artisti Ungheresi, per cui non dovrete preoccuparvi della qualità dei prodotti...

Affittare un appartamento può aiutarti a risparmiare quando viaggi

La gente viaggia sempre di più, e una delle nostre ragioni d’esistere si basa sull’aiutare i nostri clienti a viaggiare con una buona relazione qualità-prezzo. Sappiamo a che a volte la rete permette di trovare i voli più economici verso le città europee. Ma una volta lì… cosa si possono permettere con il loro budget? Quanto fa risparmiare il fatto di dormire in un appartamento, e quanto cambiano i numeri cambiando città? Photo: Jeff Belmonte Per rispondere a queste domande abbiamo deciso di passare la maggior parte di Agosto (o almeno così ci è sembrato) cercando di scoprire quanto costi un weekend composto da 16 punti essenziali, in varie località d’Europa. Abbiamo paragonato i costi del cucinarsi da soli con quelli del mangiare fuori ad ogni pasto –sapendo che è fondamentale andare nei bar e ristoranti locali, abbiamo calcolato metà delle cene e pranzi fuori-. È risultata una differenza di circa €92 in soli due giorni – date un’occhiata al grafico per capirlo- Come già sappiamo, le migliori parti di Londra, Parigi o Stoccolma –come del resto tutto nella vita- è gratis, quindi i prezzi che abbiamo trovato hanno poco a che vedere con il ¨valore¨ delle esperienze e del vissuto che resta impresso nella memoria. Oltre che con il cibo, le bevande o i trasporti, ci sono altri modi di risparmiare: wifi gratis, biglietti ridotti per i musei ecc. Anche se, dopo aver visto come si può vivere bene a Lisbona, Porto o Budapest con un budget ridotto, ci salta la mosca al naso di nuovo e iniziamo a cercare voli… E tu, in quale viaggio hai potuto gestire...

Sziget festival 2013

L’estate è arrivata e con lei i festival all’aria aperta, che riempiono di musica la stagione calda. Se cerchi un festival estivo, il Sziget festival di Budapest è un must. Un intero fine settimana con oltre 1000 spettacoli di ogni tipo, che oggi anno attira circa 400.000 visitatori provenienti da tutto il mondo, desiderosi di partecipare al più grande festival estivo europeo. I festivalieri potranno anche accamparsi (c’è posto per 40.000 tende) in uno spazio sicuro, che dispone di 1500 persone deputate alla sicurezza e 10.000 responsabili di fornire servizi generali, e di creare un’atmosfera pulita e amichevole intorno all’evento. Il Sziget Festival si svolge sui 108 ettari dell’isola di Obuda, a pochi kilometri dal centro di Budapest. Oltre a musica per tutti i gusti, gli ospiti potranno anche partecipare a un’ampia gamma di attività come climbing, bungee jumping, tennis e football, insieme a cinema e teatro. L’edizione 2013 del festival, che l’anno scorso è stato premiato come miglior festival estivo, prevede concerti di numerosi gruppi internazionali. Il 6 agosto due band ungheresi diletteranno il pubblico creando un peculiare parallelismo tra le sonorità moderne da rock alternativo dei Quimby in Wonderland e il folk ungherese tradizionale dei Muzsikás, iniziando a creare l’atmosfera perfetta per il festival. Nick Cave & The Bad Seeds saranno i più acclamati del 7 agosto. Di sicuro suoneranno la loro canzone “We call upon the Author”, sempre capace di diffondere un’energia unica tra il pubblico. Alex Clare, Bat for Lashes, Blaudzun, Chase & Status live, Chris Liebing, Csík Band and Friends, Deichkind, Die Ärzte, Dubioza Kolektiv, Everything Everything, Feed Me DJ set, Flogging Molly, Hoffmaestro, La Pegatina, Moana...

I festival estivi del 2013

Pronti, partenza, via! Inizia il periodo dei festivali estivi e per chi non se ne vuole perdere neppure uno qui presentiamo una guida utile per stare sempre aggiornati su quando e dove bisogna andare. Musica elettronica, pop, hip hop, rock, heavy, techno, fa lo stesso: troverete sempre ciò che fa per voi. Se volete iniziare a segnarvi dei nomi, eccone qui qualcuno: il Sonar di Barcellona, il FIB di Benicassim, Rock a Roma, Sziget a Budapest, Rock sulla Senna a Parigi e Optimus Alive ad Alges, nei dintorni di Lisbona. Foto: Eva Rinaldi  Potete già cominciare a fare spazio nella vostra agenda, perché tutto questo è appena cominciato. Sziget Il Sziget Festival di Budapest (Ungheria) si svolge ogni anno in uno scenario unico: un´isola in mezzo al Danubio. Questo festival può vantarsi di essere il più grande d´Europa, con 24 ore di divertimento assicurato per 7 giorni di festival, 60 palchi, oltre 250 spettacoli al giorno, circa 500 concerti e oltre 1000 eventi, con un aforo di 70mila posti-camping, e circa 400mila spettatori provenienti da 61 paesi diversi. Un macrofestival che quest´anno vedrà la partecipazione di Biffy Clyro, Mika, Regina Spector, Bat For Lashes, Nick Cave e Franz Ferdinand. Non ci sono scuse per non andarci, le date sono perfette: dal 5 al 12 agosto nella Perla del Danubio. Sonar Il Sonar di Barcellona quest´anno compie il suo ventesimo compleanno. Vent´anni anni fondendo i grandi classici con metodi moderni di produzione musicale, a volte in modi inimmaginabili. Per celebrare quest´anniversario così speciale, dal 13 al 15 giugno si riuniranno i protagonisti di tutti gli anni precedenti. Sono previste circa 130 esibizioni di...