ONLY BE MADRILENO

Only-Be Madrileno

Tour in segway in 3 capitali europee

È più veloce che camminare, più interessante che andare in bici, più semplice che guidare una moto e molto più ecologico di qualsiasi altro veicolo a motore. In tutte le capitali europee ormai va di moda fare tour in segway e quasi tutte le agenzie turistiche propongono itinerari con questo nuovo mezzo. Non abbiatene paura: dovrete avere solo un po’ di equilibrio, pesare tra i 45 e i 110 kg e avere più di 12 anni. Il resto viene solo!

Madrid low cost: cosa fare per meno di 20 euro

Quante cose si possono fare per meno di 20 euro a Madrid? Infinite! Con un solo bigliettino azzurro potrete tuffarvi in numerosi programmi che vanno da una degustazione di gin tonic, a un volo in teleferica sulla città e una buonissima cioccolata con churros in uno dei posti più tipici della capitale e addirittura una passeggiata in barca nel laghetto del Parque del Retiro. Siete pronti?

7 ristoranti buoni ed economici a Madrid

Se siete a Madrid e siete alla ricerca di ristoranti economici dove andare a pranzo o a cena, potrete trovare di tutto e di più: ristoranti di tapas, sushi o pizzerie. La capitale trabocca di locali che calmano l’appetito per meno di 25€. Abbiamo elaborato una lista personalizzata in cui abbiamo dato importanza sia al prezzo che alla qualità. 1. Ristorante greco Mythos. Situato in calle Apodaca 20 (Chueca), questo ristorante offre sapori mediterranei ben conosciuti agli habituè. Tra le specialità del locale citiamo il Tzatziki, la Dolmadakia, l’Hummus e la Feta, e i vini autentici del Peloponneso. Consigliamo di prenotare per gruppi visto che potrete godere di un importante sconto nel menù. 2. Taberna Malaspina. Cercate le tipiche tapas spagnole? Vi aspettano in calle Cádiz 9 gustose paellas, tapas, bell’atmosfera e terrazza inclusa. Se non vi piacciono le sorprese vi consigliamo di prenotare prima. 3. Ristorante italiano Anema e Core. Se desiderate assaggiare ottimi piatti italiani a prezzi accessibili vi consigliamo questo locale. Qui offrono piatti classici napoletani, sardi e siciliani. Il piatto star del ristorante è la pizza margherita ‘dop’ con mozzarella di bufala e gli ottimi dolci del locale. Si trova in calle de las Donados 2, nel centro storico di Madrid. 4. Museo del Jamón. Con 5 locali in tutta Madrid, questa catena offre prosciutti provenienti da diverse parti della Spagna a ottimi prezzi, combinati con diversi piatti da acquolina in bocca. Offrono sconti per gruppi. È possibile farsi fare dei panini. I locali si trovano in Gran Vía, Alcalá, Atocha, Marcelo Usera ed Escoriaza. 5. Sushita Café. Involtini primavera, insalate e noodle giapponesi: è questo il menù di calle de Alberto Aguilera 52.  La qualità del sushi appena preparato...

Feste di San Isidro a Madrid

Maggio è alle porte e con lui la festa di San Isidro Labrador a Madrid. Dall’8 al 17 maggio la città festeggia il giorno del patrono dove divertimento e folclore saranno assicurati. È arrivato il momento di conoscere la festa della capitale spagnola per eccellenza: le tradizionali feste di San Isidro.   I festeggiamenti di San Isidro si basano sulla figura del santo a cui sono stati attribuiti centinaia di miracoli relativi all’acqua. Non per niente è patrono dei labrador e si dice che avesse il dono di trovare l’acqua. Per questo motivo i madrileni più autentici e i devoti al santo il 15 maggio si dirigono alla Pradera di San Isidro per partecipare al tradizionale pellegrinaggio vestiti da chulapos e chulapas e bere “l’acqua del santo” nella sorgente vicino all’Ermita di San Isidro. Un vero spettacolo! Quando arriva l’ora della merenda le ciambelle e le limonate inondano il prato: se sei una persona golosa, San Isidro ti porterà in paradiso; potrai infatti scegliere tra diversi tipi di  ciambelle: le ‘tontas’ (all’uovo), le ‘listas’ (con uovo e ricoperte di zucchero glassato), quelle di Santa Clara (intinte con uno strato di merengue bianco) e le francesi (con mandorle). Da leccarsi i baffi! Se invece preferisci i balli tradizionali e il folclore, corri a Las Vistillas dove potrai vedere i  chulapos e chulapas avvolti negli abiti tradizionali e ballare il chotis, un ballo tradizionale originario della Bohemia che divenne popolare a Madrid nel XIX secolo e da allora diventato stendardo della cultura tradizionale di Madrid. Indossa uno scialle di manila o un gilet e comincia a ballare! Non dimenticarti il garofano! Anche gli amanti della tauromachia avranno il loro momento alle feste di San Isidro: alla Plaza Monumental de Las...

I migliori bar per festeggiare San Patrizio a Madrid

Festa, birra, musica tradizionale irlandese, gnomi e trifogli: sì, stiamo parlando del 17 marzo, il St. Patrick Day, giorno in cui tutti si vestono di verde. Se sei alla ricerca di festa, ti basti seguire i famosi cappelli verdi da gnomo e ti ritroverai in uno dei pub irlandesi della capitale per festeggiare il giorno di San Patrizio a Madrid, dove si concentra la maggior colonia irlandese di Spagna. The Irish Rover Situato in Avenida de Brasil, The Irish Rover è uno dei pub più famosi della capitale, dove si festeggia San Patrizio da molti anni. L’arredamento del primo piano proietta i clienti in una strada irlandese antica. Al secondo piano si trovano una piccola biblioteca e una terrazza. Per San Patrizio si organizzano concerti con sessioni di musica pop, rock e folk irlandese. Prova i piatti tipici accompagnati da una Guinness. Un ambiente da non perdere! Av del Brasil, 7, 28020 Madrid Molly Malone’s Il Molly Malone’s è il primo pub irlandese ufficiale di Guinness a Madrid e si trova alla fine di Malasaña. Il Molly Malone’s è composto da due piani. Il giorno di San Patrizio il pub è rallegrato da concerti in diretta di diversi stili e da diversi schermi giganti dove seguire le partite di calcio e di rugby. Prova uno dei piatti tipici della cucina irlandese! E con la celebre birra nera, il giorno di San Patrizio si regalano cappelli da gnomo verdi. Calle de Manuela Malasaña, 11, 28004 Madrid La Fontana de Oro La Fontana de Oro è un antico circolo-caffè nel centro di Madrid di cui Benito Pérez Galdós era un cliente abituale e per questo intitolò così...

Fashion Week a Madrid: turismo di moda

Appuntamento imperdibile per gli appassionati di moda questo settembre: la Mercedes Benz Fashion Week alla fiera di Madrid dall´11 al 16 di questo mese. Anno dopo anno Madrid si veste a festa per ricevere grandi nomi del mondo della moda.Grandi novita´ quest´anno: i designer  Alvarno, Ulises Mérida e Leyre Valiente –dalla SAMSUNG EGO-, la partecipazionde della marca Desigual e il ritorno di Rabaneda e Maya Hansen. La moda muove le masse ed e´ sempre piu´ frequente il nuovo fenomeno del turismo di moda, ovvero turismo che ha come unico obiettivo partecipare all´evento, alla sfilata o o all´ultima fiera dedicata al regno dell´immagine e dell´abbigliamento. “Che ostentazione” penseranno alcuni. Anche se e´ vero che il Fashion Tourism e´ un tipo di turismo abbastanza esclusivo, la scusa per viaggiare di un appassionato di moda e´ valida tanto quanto quella degli appassionati di festival che organizzano i loro calendari a seconda del Primavera Sound, del Sónar o del Tomorrowland. La Fashion Week e´uno degli appuntamenti piu´ importanti per questo tipo di turismo e per questo le citta´ fanno a gara per farsi spazio nel circuito internazionale e vincere il tanto disputato titolo della “Citta´ della moda”. Parigi, Milano o NewYork sono le citta´ che hanno da sempre vinto, mentre Barcellona, Madrid e Londra continuano a lottare per raggiungere il podio. Il motivo principale e´ che il Fashion Tourism e´ uno dei piu´ convenienti a livello economico. Gli eventi di moda attraggono un pubblico d´elite che fomenta gli affari dentro e fuori dalla passerella. Il settore HORECA e´ ad esempio il primo ad esserne beneficiato. Alle prenotazioni di hotel e appartamenti, si sommano...

Festival di primavera 2014

La primavera 2014 è ricca di festival! Il FestiMad a Madrid dal 23 aprile al 10 maggio, il Viña Rock a Villarobledo (Albacete), l´1, 2 e 3 maggio e il Sonar a Barcellona il 12, 13 e 14 giugno. Chi ha detto che i festival sono per l´estate? Pronti a vibrare? FestiMad 2M (Madrid), 23 aprile – 10 maggio Quest´anno cambia il concept del festival. Il FestiMad si è da sempre tenuto in un´area enorme, mentre da quest´anno ci saranno diverse sale concerto che si occuperanno della pubblicizzazione e della permanenza di tale evento. Dove si tiene? Nelle mitiche sale concerto della capitale come la Sala Caracol, Galileo Galilei, El Sol, La Riviera, la Sala Arena, la Sala Berlanga, el Círculo de Bellas Artes, Hard Rock Café, Contraclub e in altre meno conosciute come Honky Tonk, Lasai Bar Club, Intruso Bar e El perro de la parte de atrás del coche (ha un nome lunghissimo!). Suoneranno: Femi Kuti, Marinah y los Argonautas, Dorian, Elefantes, The Chameleonns Vox, Izal, Mala Juntera (Zatu, Acción Sánchez, Capaz, Hazhe), Jace Everett, De/Vision, Fanfare Ciocarlia y Ángel Stanich, tra i tanti. In questa ventunesima edizione ci saranno oltre 60 concerti di 14 gruppi di Madrid, 35 dalle altre 12 comunità spagnole e 19 di altri 10 paesi. Viña Rock a Villarobledo (Albacete) 1, 2 e 3 maggio Il programma di Viña Rock 2014 è ricco di gruppi rock che faranno scoppiare di giubilio Villarobledo e tutti i partecipanti all´evento. Questo paesino di Albacete diventerà per tre giorni la capitale del rock attraendo migliaia di persone da tutta Spagna e dall´estero. Suoneranno: Rosendo, Sôber, Def Con Dos, Soziedad Alkohólika, Violadores del verso,...

Ricordi del castello della Stella di Montiel (Ciudad Real)

È strano parlare di me ma se c’è qualcosa che mi rallegra particolarmente è scrivere qualcosa su Montiel ed il suo maestoso castello, una storia che ho imparato dai miei compaesani. Venne eretto dagli arabi nel IXº secolo per poi essere conquistato dai cristiani a seguito di una delle battaglie più cruente della storia tra Don Pedro I di Castilla (soprannominanto il Crudele) e suo fratello, Don Enrique de Trastamara, due eterni rivali. Di fatto qui si svolse la battaglia di Montiel durante la Guerra dei Cent’anni.   La storia del Castello della Stella attraverso i miei occhi I miei nonni trascorsero la loro vita nello stesso posto in cui Don Chisciotte della Mancia visse alcune delle sue avventure: nei Campi di Montiel. Lì passavo le mie estati, i ponti ed i fine settimana, a volte il Natale. Senza dubbio in questo posto ho trascorso degli anni meravigliosi dei quali serbo un ottimo ricordo legato al cognome Pretel e alla casa dei mie nonni ovviamente, nella piazza del Quinto Centenario. Adesso mi vengono in mente varie immagini: i miei nonni (Antonio e Dolores), le salite al quasi diroccato Castello della Stella con i miei fratelli (Aida, Celia e Antonio), i miei genitori che non mi deludono mai (Adelaida e José) e Paquita (che è sempre stata come una di famiglia). Di fatto gran parte delle conoscenze sui misteri di Montiel le devo a lei. Paquita mi raccontò  che ai suoi tempi, quando ancora era una bambina,  il castello e la collina di San Polo (che si trovavano uno di fronte all’altro, separati dalla strada) erano collegati da centinaia di...