Street food in Italia da Nord a Sud

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0

La cucina italiana è tra le più apprezzate al mondo: in qualunque paese, anche nel più lontano, troviamo decine di ristoranti italiani sempre molto frequentati.

Le pietanze più conosciute del Bel Paese sono di sicuro la pasta e la pizza nelle sue mille varianti, ma c’è una gastronomia italiana che non tutti conoscono e che è altrettanto deliziosa: quella dello street food. Il cibo da strada in Italia è davvero molto vario, e ogni regione ha la sua specialità. Vediamo quali sono, da Nord a Sud, le pietanze più famose da mangiare senza rinunciare a una bella passeggiata per la città.

 

La michetta (Lombardia)

 Ormai troviamo panini di qualsiasi forma e dimensione in ogni dove, ma a volte non c’è nulla di meglio del classico panino con formaggi e affettati, soprattutto se parliamo della michetta. Questo panino a forma di stella è diffuso in tutta Italia ma Milano è la sua patria. Si può farcire in molti modi squisiti e nella sua semplicità è lo spuntino perfetto.

Ci piace: Mica – Michetteria Milanese (Corso di Porta Ticinese, 50, Milano)

 

1

 

Il tramezzino veneziano (Veneto)

Sapevi che la parola tramezzino fu coniata da Gabriele D’Annunzio per sostituire il nome inglese sandwich? La versione italiana di questo piatto, infatti, fu creata prendendo spunto dall’originale britannico. Oggi in Italia è conosciuto come tramezzino veneziano, anche se in realtà apparve per la prima volta in Piemonte. In ogni caso, a Venezia è lo street food per eccellenza, e se sei in questa città non puoi non provarlo.

Ci piace: Bar Perla (Via Mestrina, 28, Venezia)

 

2

 

La piadina (Emilia-Romagna)

La cucina romagnola è davvero ricchissima, anche se parliamo di cibo da strada. Lo street food più conosciuto dell’Emilia Romagna è la piadina, una sfoglia sottile d’impasto, che si trasforma in un piatto gustosissimo quando viene farcita con gli ingredienti più vari. Da provare assolutamente anche nella variante chiamata crescione, in cui la farcia viene aggiunta prima della cottura. Se poi vuoi qualcosa di veramente tipico, l’ideale è provarla ripiena di squacquerone, un formaggio fresco originario di questa regione.

Ci piace: Soleluna (‪Via Irnerio, 6/c, Bologna)

 

Flickr: fry_theonly

Flickr: fry_theonly

 

La focaccia genovese (Liguria)

 La focaccia genovese è una specialità ligure perfetta a qualsiasi ora. Per molti l’ideale è accompagnarla con un buon bicchiere di vino bianco, ma anche inzuppata nel cappuccino non è niente male. Si distingue dalle altre focacce perché, prima dell’ultima lievitazione, viene spennellata con olio extravergine d’oliva, acqua e sale.

Ci piace: Focacceria Genovese (Piazza Fossatello 9R, Genova)

 

Flickr: focaccia_genovese

Flickr: focaccia_genovese

 

Il panino con la porchetta (Lazio)

 Chi pensa allo street food di Roma, di sicuro pensa subito alla pizza al taglio, ma oggi vogliamo parlarti di un altro piatto tipico altrettanto delizioso: il panino con la porchetta di Ariccia. Non sarà difficile trovare venditori ambulanti in ogni angolo della città pronti ad offrirvi questa pietanza, morbida e croccante allo stesso tempo. Una squisitezza da veri local.

Ci piace: Er Buchetto (Via del Viminale, 2F, Roma)

 

Flickr: Ariccia Porchetta Panini

Flickr: Ariccia Porchetta Panini

 

Gli arrosticini (Abruzzo)

Gli arrosticini sono la specialità abruzzese per antonomasia. Si tratta di gustosissimi spiedini di carne di pecora cotti sulla tipica fornacella, una barbecue a carbone. La loro forma li rende un cibo di strada perfetto.

Ci piace: Arrosticini rostelle and co. (Via Muzii, 67, Pescara)

 

heymrleej

Flickr: heymrleej

 

Il cuoppo (Campania)

 La Campania è una vera miniera di street food. Le numerose pizzerie in ogni angolo della città offrono vere leccornie ai passanti per pochi euro, dalla pizzetta a portafoglio alla frittatina di pasta, passando per i crocchè. Per i più curiosi, non sarà difficile trovare un carretto ambulante di ‘o pere e ‘o musso (piede di maiale e muso di vitello). Ma se c’è una cosa davvero da non perdersi è il cosiddetto cuoppo di fritture, da gustare passeggiando sul lungomare della città o per il centro storico.

Ci piace: Il Cuoppo Friggitori Napoletani (Via San Biagio Dei Librai, 23, Napoli)

 

serena-streetfood1

 

Il panzerotto (Puglia)

 Anche se è diffuso in tutta Italia, specie nelle regioni del centro-sud, il panzerotto è originario della Puglia, ed è un perfetto cibo di strada. Questa gustosa mezzaluna si prepara con lo stesso impasto usato per la pizza, per poi essere farcito con pomodoro e mozzarella e infine fritto. Se sei in vacanza nel tacco dello stivale, ti suggeriamo di provare anche le bombette (involtini di carne ripieni di formaggio, sale e pepe).

Ci piace: Il Fornaccio (Via Francesco Crispi, 87, Bari)

 

Flickr: Luca Sartoni

Flickr: Luca Sartoni

 

Pane e panelle (Sicilia)

La Sicilia offre un’ampissima scelta di street food, soprattutto se siete appassionati di dolci (chi resisterebbe a una cassatina o un cannolo?). Se preferite il salato, questa regione non è da meno. Una delle nostre ricette preferite è il pane e panelle, un panino ripieno di frittelle di farina di ceci, davvero squisito. Da non perdere anche i tipici arancini (o arancine) e per i più curiosi il pani ca meusa (pane con milza e polmone di vitello).

Ci piace: Nino u ballerino (C. Fin. Aprile, 6/78, Palermo)

 

Flickr: mat’s eye

Flickr: mat’s eye

 

Se sei in qualunque altra regione d’Italia, queste sono le delizie da non perdersi:

 

Basilicata Strazzata aviglianese

Calabria Morzeddhu, Pizza alla nduja

Friuli Venezia Giulia Frico

Marche Panino con le spuntature

Molise Pampanella

Piemonte Gofri subalpino, Miaccia con lonzino

Sardegna Seada, Piggiolu modde

Toscana Covaccino

Trentino Alto Adige Canederli

Umbria Panino con cicotto di Grutti, Lumachella orvietana

Valle d’Aosta Crema di cogne

 

Se invece viaggi a New York, ti potrebbe interessare Il meglio dello street food a New York

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0

Comentarios

comments